Chi siamo

In Italia ci sono 33.000 sacerdoti che si dedicano a tutti noi e alle nostre comunità.

Testimoni del Vangelo, ogni giorno portano aiuto e speranza, senza dimenticare nessuno. Dedicandosi a tempo pieno ai luoghi in cui tutti noi possiamo sentirci accolti, far vivere le nostre passioni e mettere in luce i nostri talenti.

image overlay rectangle overlay

29.700

In attività in Italia

300

Missionari

3.000

Anziani o malati

25.600

Parrocchie

227

Diocesi

I fedeli e i sacerdoti sono affidati gli uni agli altri, come nelle comunità cristiane delle origini.

Promuovere e raccogliere le offerte dei donatori a sostegno di tutti i sacerdoti delle diocesi italiane, inclusi gli anziani e malati e quelli in missione all’estero, è molto importante. Perché, dal 1990 il loro sostentamento non è più a carico dello Stato, ma è affidato alle persone, come te. Perché sostenere i sacerdoti è supportare tutte le nostre comunità che, grazie a loro, esistono.

I nostri valori

Siamo Uniti nel dono, proprio come ci chiede il Vangelo.

Oltre alle offerte che puoi fare in chiesa, qui la tua donazione raggiunge tutti, dal tuo parroco fino al più lontano.

Partecipazione
Non c’è Chiesa se non ci sentiamo uniti come fratelli e sorelle che sono responsabili attivi della vita della comunità.
Solidarietà
Non ci possono essere parrocchie ricche e parrocchie povere. Per questo le offerte deducibili vengono distribuite in modo giusto ed equo.
Trasparenza
Promuoviamo il resoconto dell’impegno dei sacerdoti attraverso la raccolta dei dati e delle storie presenti  in questo sito.
Testimonianza
Tanti sono i sacerdoti e i laici che sono parte attiva delle Chiesa e tengono vivo l’annuncio del Vangelo. Dove ci sono testimoni credibili, la comunità cresce.
Come funziona

Il sistema di sostentamento

Le donazioni sono raccolte a livello centrale dall’Istituto Centrale Sostentamento Clero (www.icsc.it) per poi essere redistribuite equamente tra tutti i sacerdoti. Ogni persona che fa un’offerta, contribuisce alle necessità quotidiane del suo parroco ma anche di altri, meno fortunati e con comunità più piccole.
Aggiorniamo costantemente i dati delle offerte e dei donatori in modo trasparente e accessibile a tutti.
I nostri dati
la nostra storia

Come nascono le offerte?

  • Fino al 1984

    La Chiesa e i suoi sacerdoti erano sostenuti tramite offerte libere (e non deducibili) dei fedeli e con il finanziamento diretto da parte dello Stato.
  • 1984

    Viene firmato l’accordo di revisione del Concordato tra Stato e Chiesa. Con la revisione si decide che sarà fondata sulla libera partecipazione dei cittadini.
  • 1985

    L’accordo diventa legge (n. 222/1985) e nascono le offerte deducibili per i sacerdoti e l’8xmille: i due pilastri su cui si regge l’attuale sistema di sostentamento della Chiesa Cattolica
  • 1989

    Il 1° gennaio entrano in vigore le offerte deducibili per il sostentamento del clero intestate all’Istituto Centrale Sostentamento Clero
citazione

«Il sacerdote fa la buona comunità, ma anche la comunità fa il buon sacerdote»

papa Francesco
approfondisci

Il sistema 8xmille è stato concepito per servire altri scopi di carità. Sono le offerte che dovrebbero essere la fonte principale di reddito per i sacerdoti. La ragione per cui l'8xmille contribuisce al sostentamento dei sacerdoti è la scarsità delle offerte che oggi coprono solo il 1,7% del necessario.

Le offerte per i sacerdoti vanno all'Istituto Centrale per il Sostentamento del Clero che si occupa della distribuzione equa di questi fondi. Il ruolo dell'ICSC è quello di evitare disuguaglianze economiche tra parrocchie più popolose e ricche e parrocchie meno popolose e quindi più povere.

La tua offerta è fondamentale per il ruolo che i sacerdoti svolgono nella comunità in quanto essa assicura loro una minima sussistenza permettendo loro di dedicarsi ai bisogni degli altri.

Iscriviti alla nostra newsletter