7 Gennaio 2018

La vocazione di don Sergio Chiesa: prete, alpinista, nutrizionista

Prete della diocesi di Novara e nutrizionista. Don Sergio è il fondatore dell’Associazione Cibo e Salute, che ha seguito 10.000 malati di tumore, sclerosi multipla, psoriasi. Insieme ai suoi collaboratori aiuta, gratuitamente, tutte le persone che si rivolgono a lui.

È di Castellazzo Novarese, in Piemonte, il protagonista di questa nuova storia. Don Sergio Chiesa ed è un sacerdote diocesano ed un nutrizionista molto apprezzato. Verso i 14 anni non è convinto di apprezzare la fede di cui sente parlare: un Dio giustiziere che esibisce cartelli con su scritto “proibito” e “vietato” su tutte le cose belle che egli scopre nella vita.

Quando, qualche anno dopo, viene coinvolto da un sacerdote a partecipare in attività estive per bambini e ragazzini, gli viene il sospetto di una fede diversa: scopre per la prima volta che Dio è un amico che crede in te e ti stimola, e con tanti ragazzi che si confidano con lui si chiede per la prima volta: “Ma se diventassi prete?”.

Diventa parroco di una parrocchia operaia dove familiarizza con tutti e dopo quasi 8 anni di questa esperienza diventa Cappellano degli emigranti in Svizzera. Ma presto arriva la malattia con una diagnosi di sclerosi multipla e la previsione di finire su una sedia a rotelle entro 2 anni. Don Sergio per la prima volta si mette a piangere, infatti l’alpinismo è una delle sue grandissime passioni.

Conosce la dottoressa svizzera Kousmine che gli parla di uno stile di vita e di un modo di nutrirsi diversi, tacitando la sclerosi multipla. A 70 anni, contro tutte le previsioni fatte dai dottori, sale fino al campo base dell’Everest. Inizia a studiare per diventare un esperto di questo metodo e lo mette in pratica, diventando fondatore dell’Associazione Cibo e Salute che ha seguito 10.000 malati di tumore, sclerosi multipla, psoriasi. Don Sergio ed i suoi collaboratori aiutano tutte le persone che si rivolgono a loro gratuitamente.

(Giovanni Panozzo)

7 Gennaio 2018
raccontaci

Hai una storia da raccontarci?

Condividi la tua esperienza, ti potremo contattare per saperne di più.

Iscriviti alla nostra newsletter